donazioni

MIGLIORA L'ASPETTATIVA DI VITA DEI PAZIENTI CON HIV

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

Secondo una nuova ricerca condotta nel Regno Unito, i pazienti affetti da HIV trattati con farmaci antiretrovirali, oggi considerati percorso comune nel trattamento del virus, possono aspettarsi di vivere una vita notevolmente più lunga. Lo studio è stato in parte finanziato dal progetto EUROCOORD ("European network of HIV/AIDS cohort studies to coordinate at European and international level clinical research on HIV/AIDS"), sostenuto con 12 milioni di euro nell'ambito del tema "Salute" del Settimo programma quadro dell'UE (7° PQ). EUROCOORD riunisce un certo numero di altre reti, che hanno tutte svolto un ruolo centrale nello sviluppo della nostra comprensione, nella progressione e nel trattamento dell'infezione da HIV.

 

Gli sforzi degli operatori sanitari che trattano i pazienti affetti da HIV stanno dando i loro frutti. In questo ultimo studio, un team britannico di ricercatori è stato in grado di discernere che i pazienti ventenni con HIV, che hanno iniziato i trattamenti antiretrovirali 16 anni fa, potrebbero aspettarsi di vivere fino a un'età media di 50 anni. L'aspettativa di vita balza tuttavia a 66 anni per i soggetti appartenenti allo stesso gruppo che hanno iniziato il loro trattamento solo 4 anni fa. Il campione era composto da 17.661 adulti dai 20 anni in su affetti da HIV, i quali avevano iniziato la terapia antiretrovirale nel Regno Unito tra il 1996 e il 2008.

 

Lo studio ha anche rivelato che i pazienti con HIV avevano una minore aspettativa di vita quando iniziavano il trattamento antiretrovirale più avanti negli anni. Va notato che la vita media di una persona con HIV trattata con antiretrovirali era pur sempre più breve di quella di una persona della stessa età della popolazione generale.

 

L'HIV è una questione urgente in Europa, dal momento che attualmente ne sono infettati oltre 1,5 milioni di europei. Si stima che nel 2007 siano state contagiate 100.000 persone dalla malattia, ma l'esito per i pazienti con HIV è notevolmente migliorato nei paesi in cui i pazienti hanno accesso alla terapia antiretrovirale di combinazione (cART). Gli operatori sanitari sottolineano, tuttavia, che la cART non è una cura per l'HIV e che, una volta iniziato il trattamento, i pazienti devono continuarlo per tutta la vita.

 

I ricercatori hanno sottolineato che le speranze di vita prevista dovranno essere confermate da un più lungo periodo di follow- up. Il loro studio non ha incluso altri fattori esterni che potrebbero influenzare i risultati, come ad esempio i fattori dello stile di vita, che potrebbero aumentare la mortalità per cause diverse dall'HIV. Con queste riserve in mente, i ricercatori fanno sapere che si sentono sicuri nel concludere che i miglioramenti nel trattamento antiretrovirale sono responsabili di almeno una parte di questo miglioramento.

 

Nel complesso, questi risultati sono incoraggianti e sottolineano i miglioramenti osservati nei trattamenti degli ultimi anni. Tuttavia, le aspettative di vita tra le persone affette da HIV sono ancora previste essere inferiori rispetto a quelle della popolazione generale. I ricercatori hanno anche escluso i pazienti i cui dati non erano al 100% completi e per i quali mancavano informazioni importanti, tra cui l'età, il sesso o l'etnia. Sono altresì stati esclusi dai campioni i pazienti che, si presume, avevano contratto l'HIV attraverso l'uso di stupefacenti per via parenterale; il motivo di tale esclusione sta nel fatto che si ritiene che essi abbiano una prospettiva peggiore rispetto ad altri gruppi.

 

Per maggiori informazioni, visitare:

EUROCOORD:

http://www.eurocoord.net/

Fonte: cordis.europa.eu

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Maggio 2012 08:42

LINEA DI AIUTO IMMEDIATO

06 452218032il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 19.00
800 861061numero verde
ministero della salute

Banner Video

SONDAGGIO

Qual é la miglior forma, secondo te, per prevenire l'hiv?

Risultati

Calendario eventi

Aprile 2014
DLMMGVS
1 2 3 4 5
6 7 8 9101112
13141516171819
20212223242526
27282930
Maggio 2014
DLMMGVS
1 2 3
4 5 6 7 8 910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Giugno 2014
DLMMGVS
1 2 3 4 5 6 7
8 91011121314
15161718192021
22232425262728
2930
Luglio 2014
DLMMGVS
1 2 3 4 5
6 7 8 9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Agosto 2014
DLMMGVS
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Settembre 2014
DLMMGVS
1 2 3 4 5 6
7 8 910111213
14151617181920
21222324252627
282930
Ottobre 2014
DLMMGVS
1 2 3 4
5 6 7 8 91011
12131415161718
19202122232425
262728293031
Novembre 2014
DLMMGVS
1
2 3 4 5 6 7 8
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30
Dicembre 2014
DLMMGVS
1 2 3 4 5 6
7 8 910111213
14151617181920
21222324252627
28293031
Gennaio 2015
DLMMGVS
1 2 3
4 5 6 7 8 910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Febbraio 2015
DLMMGVS
1 2 3 4 5 6 7
8 91011121314
15161718192021
22232425262728
Marzo 2015
DLMMGVS
1 2 3 4 5 6 7
8 91011121314
15161718192021
22232425262728
293031

© 2010 SIEROPOSITIVO.it - Tutti i diritti riservati Associazione Sieropositivo.it - COD. FISCALE: 97316650585 "

Presidente associazione Sieropositivo.it e Responsabile della produzione Franca Ferrario.

Responsabile per informazioni mediche non provenienti da fonti diverse dott.ssa Masia Gavina.